Massimo Angrilli

Pescara, 1966. Ricercatore confermato in Urbanistica presso il Dipartimento Ambiente Reti Territorio, Facoltà di Architettura di Pescara e docente nei corsi di “Fondamenti di Urbanistica” (I anno) e “Urbanistica” (II; III; IV anno). Membro del Collegio Docenti del Dottorato Internazionale “Quality of Design” (sedi: ETSAB Barcellona, U-Moderna Lisboa, IUAV Venezia, Università della Calabria). Membro del Comitato Scientifico Nazionale di Legambiente. Caporedattore della rivista on-line EcoWebTown. Redattore della rivista Piano Progetto Città (IDEA-DART). Invitato dal Ministere de l’Ecologie et du Développement Durable (Parigi) a far parte della Giuria del Prix du Paysage 2006. Invitato a far parte del Comitato di Selezione della Regione Emilia Romagna per la terza edizione del premio mediterraneo del paesaggio Pays.Med.Urban. Invitato a tenere lezioni al Master universitario di secondo livello “MAQUARCH – Obiettivo Qualità”, Università G. d’Annunzio, Associazione Villard, Ministero dei Beni e delle attività culturali. Incaricato dalla Regione Emilia Romagna come Referente Scientifico (III ciclo) e Docente esterno (I e II ciclo) dei corsi “Salvaguardia, Progettazione e Valorizzazione del Paesaggio in Emilia Romagna”. Coordinatore di laboratorio (con Filippo Boschi) nel Corso in “Salvaguardia, gestione e pianificazione del paesaggio: nuovi approcci, strumenti e procedure” della Regione Toscana.
Svolge attività di consulente specializzandosi in progetti di recupero e riqualificazione ambientale e paesaggistica. Incaricato per il progetto preliminare del “Parco fluviale per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili”, e consulente architettonico del progetto esecutivo, committente SIDITAL srl, Pescara.
Progettista incaricato per il progetto del parco fluviale nell’ambito del “Progetto per la straordinaria manutenzione, ristrutturazione, rifunzionalizzazione di n. 13 briglie/traverse presenti sul corso del fiume Arno nel territorio della provincia di Firenze e realizzazione di relativi impianti per la produzione idroelettrica“, committente P.A.C. S.p.A. e Iniziative Bresciane S.p.A.
Coordinatore del workshop “Landscape Sensitive Design” nell’ambito della partecipazione della Facoltà di Architettura di Pescara alla Primavera Italiana in Giappone, Istituto Italiano di Cultura, Tokyo.
Progettista incaricato del progetto “Il paesaggio come patrimonio di risorse identitarie” nell’ambito del bando della Regione Emilia Romagna “Progetti di tutela e valorizzazione del paesaggio” (committenti Provincia di Ferrara e comuni di Ferrara, Bondeno e Vigarano Mainarda).
Progettista (con M. De Grassi, A. Clementi, B. Naticchia) della variante al PRG del comune di Jolanda di Savoja (FE). Consulente paesaggistico per Italconsult (S.p.A.) nello studio di fattibilità “Miglioramento dell’accessibilità all’aeroporto di Pescara con l’introduzione di servizi filoviari nel territorio di Francavilla al Mare (CH)”.
E’ consulente per amministrazioni pubbliche. E’ responsabile scientifico (con Filippo Boschi) delle attività di organizzazione dell’Osservatorio del paesaggio della Regione Emilia Romagna e nell’ambito della redazione Documento preliminare, del quadro conoscitivo e della VAS per l’adeguamento del PTPR (con “OIKOS Centro Studi”). E’ stato coordinatore dell’unità di ricerca dell’Univ. d’Annunzio nell’ambito del programma INTERREG IIIB Cadses, Landscape Opportunities for Territorial Organizations (per la regione Marche). E’ Responsabile Scientifico del progetto “La salvaguardia del paesaggio in Calabria”, nell’ambito della convenzione tra la Direzione Regionale Beni Culturali e paesaggistici della Regione e il DART. Fa inoltre parte del gruppo di lavoro impegnato nella revisione della pianificazione paesistica per la Regione Umbria, per la Regione Abruzzo, per la Regione Molise e per la Provincia di Ferrara; è membro incaricato (con NOMISMA e UTECO) del gruppo di consulenti della Provincia di Ferrara per il “Progetto Territorio” nel territorio snodo tra il Corridoio Adriatico e le direttrici trasversali Cispadana e Transpadana (piattaforma nazionale Romagnola); sempre per la Provincia di Ferrara ha fatto parte del gruppo di consulenza incaricato per la redazione del Piano Strategico.
Partecipa a concorsi internazionali di architettura: Primo premio al concorso “Subversive Insertions”, USA-Institute International Competition, Verona. Prima Menzione d’Onore al concorso internazionale “Open International Call for Urban Planning and Architectonic Ideas for the Karolina Area, Ostrava”, Repubblica Ceca. Primo premio al Concorso Internazionale Legambiente “Paesaggi costieri. Il lungomare di Punta Perotti”, Bari. Primo premio al Concorso Internazionale a inviti “Seaside_Francavilla”, Pescara. Selezionato per la seconda fase del concorso internazionale “PescarAmare”, Pescara.
Partecipa a numerose ricerche e consulenze: PRIN 2006 “Opere pubbliche e città adriatica. Indirizzi per la qualificazione dei progetti urbani e territoriali”; “Schema di Inquadramento Strategico” nell’ambito della ricerca nazionale “APE, Appennino Parco d’Europa”; “Studio metodologico per l’applicazione della Convenzione Europea del paesaggio”, (Ministero per i Beni e le Attività Culturali); “Linee guida per l’inserimento paesaggistico delle infrastrutture di trasporto” (ricerca interuniversitaria).
Visiting researcher presso la Faculty of Environmental Studies, University of Waterloo, Canada, in questo periodosvolge ricerche sulle politiche ambientalie e paesaggistiche canadesi e incontra Michale Hough, co-tutor della tesi di dottorato.
Docente e tutor di gruppi di progettazione in workshop internazionali: “Virtuell city on a new waterfront preliminary program”, Berlino; “TraXity”, Delft; “Infra_scape”, Lisbona; Scuola estiva “Castello di Otranto”, Otranto; “Naval Town” e “Green Town”, Dubrovnick; “Meso_Landscape”, Mesola (FE); “Progettare nuovi paesaggi”, Tokyo; “Costa d’Oportunitat”, Estaca de Bares (Galizia, Spagna); “Sustainable Urban Design. Verso Ecocity” (Pescara); Recycling Urban Industrial Landscapes, Barcelona.
E’ autore dei volumi “Reti verdi urbane” e coautore (con A. Clementi e S. Ferrini) del volume “Progettare le nuove centralità”. E’ curatore, con Silvia Catalino, del volume “Temi, piani e progetti per il governo del paesaggio”; curatore del volume “Scenari del paesaggio molisano”; curatore, con Alberto Clementi, del volume “QuoD-Quality of Design”, curatore del volume “Progetto e Paesaggio. Guida pratica all’autorizzazione e relazione paesaggistica”, curatore del volume “Fare ricerca per il progetto”.
Autore inoltre di saggi e pubblicazioni tra i quali: “Un manifesto per il Landscape Sensitive Design”, in Monograph.it n. 2; introduzione del volume “L.O.T.O. Landscape Opportunities for Territorial Organization. Buone pratiche e conoscenze disponibili”, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, DARC, Gangemi editore, Roma, 2005; “Greenways”, in Urbanistica n. 113; “Le reti ecologiche”, in Lo spazio europeo. Tra pianificazione e governance. Gli impatti territoriali e culturali delle politiche UE (a cura di S. Arnofi e F. Karrer, 2003), “Green Network as Infrastructure of Sustainability”, in Sustainable Urban Infrastructure. Approaches-solutions-methods (edited by Bruno Zanon, 2003).